Sempre devi avere in mente Itaca – raggiungerla sia il pensiero costante. Soprattutto, non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio metta piede sull’isola, tu, ricco dei tesori accumulati per strada senza aspettarti ricchezze da Itaca. Itaca ti ha dato il bel viaggio, senza di lei mai ti saresti messo sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

Konstantinos Kavafis

Il nostro funzionamento mentale risente in maniera determinante della cultura di appartenenza e delle relative pratiche sociali: il rapporto con i genitori, l’educazione, la scuola, la religione, i valori, gli stili di vita della specifica cultura in cui ci troviamo a nascere e a vivere (Inghilleri, 2021).

In questo contesto viviamo ogni giorno la nostra socialità e ci immergiamo nel flusso continuo degli oggetti e degli eventi che ci sono familiari sullo sfondo del paesaggio fisico e mentale che fa parte della nostra storia. Tutto questo costituisce il nostro mondo a cui sentiamo più o meno consapevolmente di appartenere.

Gli elementi culturali di cui siamo permeati, che abbiamo ereditato dalle generazioni passate, che si arricchiscono venendo a contatto ogni giorno con la varietà del mondo in cui viviamo, sono fondanti della identità di ciascuno di noi. La cultura fornisce ad ognuno il sistema di valori che ci permette di dare senso e coerenza alla nostra storia personale. Allo stesso modo mette a disposizione un insieme di difese psicologiche che ci vengono in soccorso nei momenti di difficoltà. Con la cultura (o le culture) a cui apparteniamo intratteniamo un dialogo costante (inconscio o consapevole che sia): il senso di coerenza con il nostro “Io culturale” influenza le nostre aspirazioni più profonde, la vita affettiva, il nostro essere creativi; contribuisce ad orientare le nostre decisioni, è importante nella realizzazione del nostro progetto personale. D’altro canto se le situazioni della vita ci portano ad un distacco dalla nostra cultura e dalle nostre origini, al quale non siamo preparati, questo può far emergere un importante disagio psicologico.

La Psicoterapia Transculturale


 

Qualunque psicoterapia è sempre il luogo di un incontro tra due (o più) persone diverse, tra culture che possono avere una base comune, condividere alcuni valori di riferimento ma differenziarsi per altri. Con gli strumenti della psicoterapia transculturale si genera una relazione di cura orientata a coinvolgere l’Io Culturale della persona, promuovendo una maggiore conoscenza di sé e un senso di positività nelle relazioni con gli altri e con l’ambiente. 

Porsi di fronte alla persona in difficoltà con una “sensibilità culturale” significa aprire le porte a un dialogo che porti alla comprensione profonda delle cause della sofferenza, a valorizzare le sue risorse individuali, sociali e culturali, a promuovere maggiore capacità di condurre la propria vita, recuperando il senso di “essere capitani della propria nave”.

Indirizzo

Via Gerolamo Savonarola, 88
06121 Perugia PG

Richiedi maggiori informazioni

Trattamento Privacy